codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 1045 codice civile: Utilizzazione di fogne o di fossi altrui

I proprietari dei fondi attraversati da fogne o da fossi altrui, o che altrimenti possono approfittare dei lavori fatti in forza dell’articolo precedente, hanno facoltà di servirsene per risanare i loro fondi (1), a condizione che non ne venga danno ai fondi già risanati e che essi sopportino le nuove spese occorrenti per modificare le opere già eseguite, affinché queste siano in grado di servire anche ai fondi attraversati, e inoltre sopportino una parte proporzionale delle spese già fatte e di quelle richieste per il mantenimento delle opere, le quali divengono comuni (2).


Commento

(1) Per risanamento dei fondi si intende non soltanto la bonifica ma anche il miglioramento radicale dei terreni sterili.

 

(2) Le spese vengono ripartite secondo il vantaggio che ciascuno dei proprietari riceve dalla bonifica.

 

Funzione della norma è agevolare l’opera di chi intende risanare il proprio fondo per migliorare la produzione.


Giurisprudenza annotata

Possesso

Ai fini della tempestività dell'azione di reintegrazione entro l'anno dal sofferto spoglio e della correlata individuazione dell'oggetto del possesso di una servitù di scarico fognario, non può tenersi distinta dal restante impianto la fossa biologica, la quale, avendo la funzione di raccogliere le acque piovane e quelle provenienti dai servizi igienici, non è dissociabile dalla rete dei canali e fa parte di un bene composto (cd. fognatura), nel quale la pluralità dei componenti, per effetto della connessione fisica e funzionale, assume una nuova individualità, perdendo quella propria. (In applicazione dell'enunciato principio, la S.C. ha confermato la sentenza di merito, la quale aveva dichiarato la decadenza dei ricorrenti dall'azione di reintegrazione per decorso del termine annuale, avendo riguardo all'epoca dell'interruzione di uno scarico compreso nell'intero sistema fognario, e non all'autonomo possesso di una fossa biologica e del relativo alloggiamento).

Cassazione civile sez. II  22 gennaio 2013 n. 1494  



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti