codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 105 codice civile: Matrimonio del Re Imperatore e dei Principi Reali

[Le disposizioni di questa sezione e della precedente non si applicano al Re Imperatore e alla Famiglia Reale].

Art. abrogato per incompatibilità con la forma istituzionale prevista dalla Costituzione.

 


Giurisprudenza annotata

Contratti agrari

In tema di riscatto agrario il retraente può promuovere il giudizio anche contro il venditore, al fine di fare accertare nei suoi confronti, con forza di giudicato, il proprio diritto di prelazione da cui si ritenga pretermesso, con la conseguenza che in tale ipotesi sussiste l'interesse del venditore medesimo ad impugnare la pronunzia di accoglimento della domanda di riscatto, rispetto alla quale egli è rimasto soccombente, in quanto il riconoscimento del diritto di riscatto in favore del detraente medesimo presuppone di necessità quello del diritto di prelazione. Ove il giudizio si svolga anche in contraddittorio dell'alienante per avere il retrattato proposto nei suoi confronti pure domanda di risarcimento dei danni, si verifica un'ipotesi di litisconsorzio facoltativo, in cui i due giudizi (quello tra retraente e retrattato, da una parte, e tra retrattato e venditore, dall'altra), nonostante la simultaneità del processo, permangono autonomi, sicché in tal caso le difese spiegate dall'alienante per resistere alla domanda del retrattante non possono avere rilievo ai fini dell'esito del giudizio di riscatto tra retraente e retrattato.

Cassazione civile sez. III  12 settembre 2011 n. 18644  

 

Separazione tra coniugi

Il coniuge tenuto a versare un assegno di mantenimento in favore dell'altro, ha diritto alla riduzione o soppressione del suddetto onere ove il beneficiario dell'obbligazione alimentare stabilisca una nuova relazione familiare con coabitazione e convivenza atteso che, secondo fatti notori e massime di comune esperienza, la disgregazione della famiglia comporta un impoverimento per il coniuge che resta solo mentre una nuova unità familiare provoca un arricchimento, ad esempio per le spese dei costi fissi (casa, alimentazione, utenze).

Tribunale Varese sez. I  26 novembre 2010



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti