Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015

Codice civile Art. 1081 codice civile: Modulo d’acqua

Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015



Nelle servitù in cui è convenuta ed espressa una costante quantità di acqua, la quantità deve esprimersi in relazione al modulo.

Il modulo è l’unità di misura dell’acqua corrente.

Esso è un corpo d’acqua che scorre nella costante quantità di cento litri al minuto secondo e si divide in decimi, centesimi e millesimi.

Commento

La norma non vincola in maniera inderogabile le parti, potendo esse esprimere la quantità d’acqua facendo riferimento ad altre unità di misura.

Giurisprudenza annotata

Servitù

Aggravamento di una servitù, che derivi da innovazioni o divisioni del fondo dominante (nella specie, aggravamento di servitù di passaggio di veicoli, provocato, con la costruzione di una autorimessa, dall'acquirente di una piccola porzione del fondo dominante), non implica l'estinzione della servitù medesima, ma abilita il proprietario del fondo servente a chiedere la rimozione dell'aggravio, con ripristino delle originarie modalità di esercizio (oltre l'eventuale risarcimento del danno).

Cassazione civile sez. II  05 settembre 1989 n. 3849  



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK