Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015

Codice civile Art. 1089 codice civile: Acqua impiegata come forza motrice

Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015



Chi ha diritto di servirsi dell’acqua come forza motrice (1) non può, senza espressa disposizione del titolo, impedirne o rallentarne il corso, procurandone il ribocco o ristagno.

Commento

Titolo: [v. 1063].

 

Forza motrice: qualunque forza modifichi lo stato di quiete o di moto di un corpo.

 

Ribocco: traboccamento.

 

Ristagno: mancata circolazione dell’acqua.

 

(1) Quando l’acqua non viene utilizzata come forza motrice viene applicato l’art. 1048.



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK