codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 1119 codice civile: Indivisibilità

Le parti comuni dell’edificio non sono soggette a divisione, a meno che la divisione possa farsi senza rendere più incomodo (1)  l’uso della cosa a ciascun condomino e con il consenso di tutti i partecipanti al condominio (2).


Commento

(1) La comodità deve essere riferita alla possibilità di realizzare l’interesse concreto del proprietario avuto riguardo alla natura e alle caratteristiche del bene.

 

(2) Le parole «e con il consenso di tutti i partecipanti al condominio» sono state aggiunte ex art. 4, l. 11-12-2012, n. 220 (Riforma del condominio), in vigore dal 18-6-2013 (art. 32, l. cit.).

 

La norma, in deroga alla disciplina della comunione ordinaria, stabilisce il principio della normale indivisibilità delle parti comuni, ammettendone una significativa eccezione ove la divisione possa farsi senza rendere più incomodo l’uso della cosa comune e con il consenso di tutti i condomini (requisito introdotto dalla l. 220/2012).



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti