Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015

Codice civile Art. 1250 codice civile: Compensazione rispetto ai terzi

Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015



La compensazione non si verifica in pregiudizio dei terzi (1) che hanno acquistato diritti di usufrutto o di pegno su uno dei crediti (2).

Commento

Pegno: [v. 2784]; Usufrutto: [v. 978].

 

(1) Soggetti diversi dal debitore e dal creditore che hanno acquistato diritti su un credito che il secondo vanta nei confronti del primo.

 

(2) Il pegno e l’usufrutto (che possono avere per oggetto, tra le altre cose, anche un credito), devono essere costituiti prima che i debiti reciproci coesistano.

 

 

Giurisprudenza annotata

Obbligazioni e contratti

La cessione del credito contemplata dall’art. 1250 c.c. si perfeziona per effetto del solo consenso dei contraenti, senza che sia necessario l’assenso del debitore ceduto e produce immediatamente l’effetto reale tipico di trasferire al cessionario la titolarità del credito.

Cassazione civile sez. III  02 novembre 2010 n. 22280  

Società di capitali

Nell'eventuale ipotesi di incapacità della società a far fronte al credito del socio, il conferimento di tale credito si traduce in un indebito vantaggio per il socio conferente, che viene ad estinguere il proprio obbligo conseguente all'aumento di capitale attraverso la cessione di un credito non onorabile e senza, al contempo, potere essere chiamato a rispondere dell'insolvenza del debitore ceduto.

Tribunale Casale Monferrato  20 febbraio 1995



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK