codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 134 codice civile: Omissione di pubblicazione

Sono puniti con l'[ammenda] (1) da quarantuno euro a duecentosei euro gli sposi e l’ufficiale dello stato civile che hanno celebrato matrimonio senza che la celebrazione sia stata preceduta dalla prescritta pubblicazione.


Commento

Ufficiale dello stato civile: [v. 93]; Pubblicazione: [v. 93].

 

 

(1) La legge ha depenalizzato le contravvenzioni punite con la sola ammenda, sostituendo tale pena con la sanzione amministrativa, che è una sanzione disposta a carico di colui che ha commesso un illecito amministrativo (ha violato cioè le norme amministrative).


Giurisprudenza annotata

Giurisdizione civile

Sia il giudice ordinario che il (comune) giudice amministrativo difettano di giurisdizione in ordine alla domanda volta alla declaratoria d'illegittimità (nella specie, per la mancata riserva di posti a favore degli orfani per servizio) di un bando di concorso emanato dalla Presidenza della camera dei Deputati, attesa l'autodichia di cui sono dotati i due rami del Parlamento, ai quali - come rilevato dalla pronuncia della Corte costituzionale n. 154 del 1985 - è garantita una indipendenza da qualsiasi altro potere, e riferendosi detta autodichia non solo ai rapporti di lavoro già costituiti ma - secondo l'esplicita previsione del regolamento per la tutela giurisdizionale dei dipendenti, approvato con decreti del Presidente della camera dei deputati 16 maggio 1988 n. 420 e 19 novembre 1990 n. 1754 - anche ai rapporti "in fieri".

Cassazione civile sez. un.  18 febbraio 1992 n. 1993  

 

 

Adozione

Ai fini della dichiarazione dello stato di adottabilità occorre sempre fare riferimento ai comportamenti tenuti al momento della relativa dichiarazione e non è consentito basarsi sui propositi futuri e sugli stessi comportamenti adottati nel corso del procedimento di opposizione. Tuttavia, mentre sono assolutamente irrilevanti i meri propositi, è possibile trarre da quei comportamenti elementi di convincimento per risolvere il dubbio circa la sussistenza o meno dello stato di abbandono da accertare con esclusivo riferimento al momento della dichiarazione.

Cassazione civile sez. I  07 ottobre 1982 n. 5139 



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti