codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 1522 codice civile: Vendita su campione e su tipo di campione

Se la vendita è fatta su campione, s’intende che questo deve servire come esclusivo paragone per la qualità della merce, e in tal caso qualsiasi difformità attribuisce al compratore il diritto alla risoluzioni del contratto (1).

Qualora, però, dalla convenzione o dagli usi risulti che il campione deve servire unicamente a indicare in modo approssimativo la qualità, si può domandare la risoluzione soltanto se la difformità dal campione sia notevole (2).

In ogni caso l’azione è soggetta alla decadenza alla prescrizione stabilite dall’art. 1495 (2).


Commento

Risoluzione: [v. Libro IV, Titolo II, Capo XIV]; Contratto: [v. Libro IV, Titolo II]; Usi: [v. 1492]; Decadenza: [v. 2964]; Prescrizione: [v. 2934].

 

Campione: parte della cosa oggetto del contratto, che costituisce l’elemento indicativo della qualità della merce.

 

(1) È questa la vendita su campione: ad essa le parti ricorrono quando le merci sono lontane. In tal caso la merce deve avere tutte le caratteristiche identiche al campione visionato. Il compratore può chiedere la risoluzione del contratto [v. 1453] per qualsiasi difformità che la merce consegnata presenti rispetto al campione.

 

(2) È questa la vendita su tipo di campione: per ottenere la risoluzione del contratto [v. 1453] occorre una difformità notevole della merce consegnata rispetto al campione, perché esso serve solo ad individuare in modo approssimativo la qualità della merce: in sostanza, il campione deve fornire solamente un’indicazione generica delle caratteristiche della merce da consegnare.

 

(3) In entrambi i casi, però, il compratore non perde il diritto ad agire con le azioni edilizie [v. 1492] nel caso di difformità non visibili al momento della consegna.


Giurisprudenza annotata

Vendita

Per identificare un contratto di vendita "su campione", ai sensi dell'art. 1522 cod. civ., è necessaria una volontà delle parti espressa nel senso di assumere il campione come esclusivo paragone per la qualità della merce, o così ricostruibile oltre ogni ragionevole dubbio; in caso contrario, la vendita deve intendersi, ai sensi del secondo comma, "su tipo di campione", dovendosi ritenere che le parti, come avviene normalmente, abbiano assunto il campione per indicare in modo approssimativo la qualità della merce venduta. Rigetta, App. Ancona, 12/05/2006

Cassazione civile sez. II  24 giugno 2013 n. 15792  

 

Nella vendita su campione il venditore non ha altro obbligo che quello di provare di aver consegnato la merce contrattata, senza che egli possa essere tenuto a provarne la conformità, laddove l'onere di provare che la merce non aveva le caratteristiche richieste e risultanti dal campione, incombe al compratore, a dimostrazione del fondamento dell'eccezione opposta alla pretesa del venditore; inoltre, la prova della relativa difformità deve essere valutata esclusivamente mediante il raffronto con il campione, sicché ove il campione manchi o non sia esibito con le necessarie garanzie d'identificazione, viene meno la possibilità di accertare l'inadempimento del venditore in ordine alla particolare qualità della merce oggetto della convenzione.

Cassazione civile sez. VI  12 giugno 2012 n. 9582  

 

Nella vendita di materiale naturale ricavato per estrazione il campione esibito ha valore di modello tendenziale ed approssimativo di riferimento della qualità della merce compravenduta, e non già di paradigma esclusivo di conformità della qualità della merce, con la giuridica conseguenza che la fattispecie contrattuale va qualificata come vendita su tipo di campione, ex art. 1522 2 c.c., rispetto alla quale la risoluzione per inadempimento del venditore può essere dichiarata soltanto quando "la difformità dal campione sia notevole".

Tribunale Busto Arsizio  02 dicembre 2009

 

 



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti