codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 1612 codice civile: Recesso convenzionale del locatore

Il locatore che si è riservata la facoltà di recedere dal contratto (1) per abitare egli stesso nella casa locata deve dare licenza motivata nel termine stabilito dagli usi locali.


Commento

Recesso: [v. 1373]; Licenza: [v. 1597]; Usi locali: [v. d. gen. 8].

 

(1) Ossia, deve essere indicata la ragione del-l’anticipato scioglimento contrattuale.


Giurisprudenza annotata

Contratti agrari

In tema di contratti agrari, la disposizione prevista dall'art. 16 della legge n. 203 del 1982, con riguardo alle opere di miglioramento fondiario, addizioni e trasformazioni degli ordinamenti produttivi e dei fabbricati rurali, si limita ad innovare la previgente disciplina procedimentale ma non quella sostanziale, senza che il comma 7 del successivo art. 17 comporti una sanatoria delle opere comunque eseguite in data anteriore all'entrata in vigore della citata legge (alle quali estende soltanto i diritti alle indennità, ai finanziamenti pubblici ed alle esenzioni fiscali), con la conseguenza che l'esecuzione di dette opere in violazione degli art. 11 e 14 della legge n. 11 del 1971 costituisce tuttora inadempimento rilevante ai fini della risoluzione del rapporto ai sensi dell'art. 4, lett. a) del d.l.lt. n. 157 del 1945, comportando la violazione, da parte dell'affittuario, sia del divieto di mutare arbitrariamente l'originaria destinazione del fondo, sia dell'obbligo di fedeltà nell'esecuzione del contratto, come si evince anche dall'art. 19 della citata legge n. 203 del 1982, che consente l'esecuzione in deroga alle procedure solo per i piccoli miglioramenti.

Cassazione civile sez. III  25 agosto 1989 n. 3778  

 

In tema di contratti agrari, la disposizione prevista dall'art. 16 della legge n. 203 del 1982 con riguardo alle opere di miglioramento fondiario, addizioni e trasformazioni degli ordinamenti produttivi e dei fabbricati rurali, si limita ad innovare la previgente disciplina procedimentale ma non quella sostanziale, senza che il comma 7 del successivo art. 17 comporti una sanatoria delle opere comunque eseguite in data anteriore all'entrata in vigore della citata legge (alle quali estende soltanto i diritti alle indennità, ai finanziamenti pubblici ed alle esenzioni fiscali), con la conseguenza che l'esecuzione di dette opere in violazione degli art. 11 e 14 della legge n. 11 del 1971 costituisce tuttora inadempimento rilevante ai fini della risoluzione del rapporto ai sensi dell'art. 4, lett. a) d.l.lt. n. 157 del 1945, comportando la violazione, da parte dell'affittuario, sia del divieto di mutare arbitrariamente l'originaria destinazione del fondo, sia dell'obbligo di fedeltà nell'esecuzione del contratto, come si evince anche dall'art. 19 della citata legge n. 203 del 1982, che consente l'esecuzione in deroga alle procedure solo per i piccoli miglioramenti.

Cassazione civile sez. III  24 ottobre 1987 n. 7836  

 

 

Aziende alberghiere

La distinzione fra il contratto di affitto di azienda alberghiera e quello di locazione di immobile adibito ad attività alberghiera - che rileva nell'ordinamento positivo in ragione della disciplina vincolistica, dettata esplicitamente solo per il secondo dei menzionati tipi negoziali e non estensibili analogicamente all'affitto di azienda alberghiera - è fondata sulla diversità dell'oggetto dei due contratti e non già sull'elemento formalistico costituito dalle espressioni adoperate nella scrittura negoziale. Il carattere sostanziale di tale distinzione - a fronte della quale è irrilevante la questione se il secondo dei menzionati contratti sia in concreto configurabile più o meno frequentemente - rende inesistente il rischio che essa possa essere utilizzata per eludere il regime vincolistico e, nel contempo, giustifica la diversità di disciplina adottata, quanto al regime vincolistico.

Cassazione civile sez. III  10 dicembre 1979 n. 6406  

 



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti