codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 1727 codice civile: Rinunzia del mandatario

Il mandatario che rinunzia (1) senza giusta causa al mandato deve risarcire i danni al mandante (2). Se il mandato è a tempo indeterminato, il mandatario che rinunzia senza giusta causa e’ tenuto al risarcimento, qualora non abbia dato un congruo preavviso (3).

 

In ogni caso la rinunzia deve essere fatta in modo e in tempo tali che il mandante possa provvedere altrimenti, salvo il caso d’impedimento grave da parte del mandatario.


Commento

(1) La rinunzia è atto unilaterale recettizio con il quale il mandatario recede dal contratto, per il quale non sono richiesti particolari requisiti di forma.

 

(2) Il risarcimento dei danni è dovuto anche nel caso di mandato gratuito; esso non è un indennizzo da atto lecito ma un vero e proprio risarcimento ex art. 1223, perché a rinunciare non è il mandante (a favore del quale l’affare deve essere concluso) ma il mandatario che ha l’obbligo di eseguire il mandato e che, nel rinunciare, non ha rispettato i criteri dettati dall’articolo.

 

(3) Il congruo preavviso è quello necessario per permettere al mandante di sostituire il mandatario con un altro soggetto per il compimento dello stesso affare.

 



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti