Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015

Codice civile Art. 1728 codice civile: Morte o incapacità del mandante o del mandatario

Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015



Quando il mandato si estingue per morte o per incapacità sopravvenuta del mandante, il mandatario che ha iniziato l’esecuzione deve continuarla, se vi è pericolo nel ritardo (1).

Quando il mandato si estingue per morte o per sopravvenuta incapacità del mandatario, i suoi eredi ovvero colui che lo rappresenta o lo assiste, se hanno conoscenza del mandato, devono avvertire prontamente il mandante e prendere intanto nell’interesse di questo i provvedimenti richiesti dalle circostanze (2).

Commento

(1) L’applicazione della norma è subordinata quindi all’inizio dell’esecuzione dell’attività richiesta dal mandante ed al pericolo nel ritardo collegato all’interruzione dell’esecuzione. Tale pericolo deve essere riferito al momento della morte del mandante.

 

(2) Se eredi, tutore e curatore (cioè coloro che rappresentano o assistono il mandatario) non adempiono gli obblighi previsti dalla norma, devono risarcire il danno [v. 1223] causato al mandante.

 

 

 



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK