Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015

Codice civile Art. 1841 codice civile: Apertura forzata della cassetta

Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015



Quando il contratto è scaduto, la banca, previa intimazione all’intestatario e decorsi sei mesi dalla data della medesima, può chiedere al tribunale l’autorizzazione ad aprire la cassetta. L’intimazione può farsi anche mediante raccomandata con avviso di ricevimento.

L’apertura si esegue con l’assistenza di un notaio all’uopo designato e con le cautele che il tribunale ritiene opportune.

Il tribunale può dare le disposizioni necessarie per la conservazione degli oggetti rinvenuti e può ordinare la vendita di quella parte di essi che occorra al soddisfacimento di quanto è dovuto alla banca per canoni e spese.

Commento

Esistono dei casi in cui la banca può «soprassedere» al suo obbligo di custodia e permettere a terzi di accedere alla cassetta ed al suo contenuto; ciò è consentito dalla sussistenza di un superiore interesse privato (fallimento) o pubblico (ordine del giudice penale). In altri casi è proprio la banca ad accedere alla cassetta, per liberarla e riutilizzarla, nonché per ottenere dal tribunale l’eventuale vendita forzata.

Giurisprudenza annotata

Imposte

L'inventario del contenuto delle cassette di sicurezza, previsto dalla legge sull'imposta di successione, non costituisce inventario giudiziario, sì che la sua redazione rientra nell'ambito della competenza generale del notaio, senza necessità di preventiva delega da parte del pretore.

Tribunale Monza  19 marzo 1988

 



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK