codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 1902 codice civile: Fusione, concentrazione e liquidazione coatta amministrativa

La fusione e la concentrazione di aziende tra più imprese assicuratrici non sono cause di scioglimento del contratto di assicurazione. Il contratto continua con l’impresa assicuratrice che risulta dalla fusione o che incorpora le imprese preesistenti. Per i trasferimenti di portafoglio si osservano le leggi speciali (1).

Nel caso di liquidazione coatta amministrativa dell’impresa assicuratrice, il contratto di assicurazione si scioglie nei modi e con gli effetti stabiliti dalle leggi speciali anche per ciò che riguarda il privilegio a favore della massa degli assicurati (2).


Commento

Fusione: si realizza quando due o più imprese danno vita ad una nuova società, perdendo la loro identità [v. 2501, 2504].

 

Concentrazione: processo attraverso il quale le imprese si raggruppano allo scopo di indebolire la concorrenza ed accrescere il controllo del mercato.

 

Trasferimento del portafoglio: procedimento mediante il quale si realizza la cessione dell’insieme dei contratti di assicurazione ad altra impresa senza trasferimento dell’intera azienda. Tale strumento è caratteristico delle imprese di assicurazione.

 

Liquidazione coatta amministrativa: procedura concorsuale che si realizza con l’intervento degli organi amministrativi, volta alla liquidazione del patrimonio di particolari categorie di imprese. Si tratta di imprese il cui dissesto economico ha notevoli ripercussioni sociali in seguito al fatto che lo Stato è direttamente impegnato, e per l’importanza degli interessi che esse tutelano (es.: aziende di credito, imprese di assicurazione).

 

 

(1) La norma considera alcune ipotesi (fusione, concentrazione) che sono caratterizzate dal fatto di realizzare mutamenti nel soggetto dell’assicuratore. Il legislatore interviene al fine di garantire la prosecuzione e la stabilità dei rapporti (contratti) sorti con le imprese precedenti. Tali eventi non comportano, infatti, scioglimento dei contratti.

 

(2) Diverso è il caso della liquidazione coatta amministrativa che rappresenta l’unico procedimento concorsuale previsto per le imprese di assicurazione. Essa è disciplinata dalle norme generali della legge fallimentare e dalle leggi speciali relativamente ai contratti in corso al momento della liquidazione coatta amministrativa. A meno che gli assicurati non decidano di dare disdetta, i contratti rimangono validi per sessanta giorni successivi alla data di pubblicazione del decreto di liquidazione coatta amministrativa; trascorso tale periodo i contratti si sciolgono.


Giurisprudenza annotata

Pubblica Ammnistrazione

Ai sensi degli art. 2504 e 1902 c.c., la società incorporante è considerata una avente causa a titolo universale dell'incorporata: nel caso di fusione mediante costituzione di una nuova società, quest'ultima è avente causa a titolo universale di tutte le altre, mentre nella fusione per incorporazione, la società incorporante è avente causa della o delle incorporate; pertanto, ai fini della partecipazione ad una licitazione privata e della sussistenza del requisito del fatturato, deve prendersi in considerazione il fatturato anche della società incorporata a favore di quella che partecipa e che risulti dalla fusione per incorporazione

Consiglio di Stato sez. IV  26 ottobre 2000 n. 5734  

Assicurazione

Lo scioglimento del contratto di assicurazione per la responsabilità civile in conseguenza della liquidazione coatta amministrativa dell'impresa assicuratrice (art. 1902 c.c. e art. 83 t.u. 13 febbraio 1959 n. 449) non incide sui diritti e sugli obblighi che in precedenza siano sorti in capo alle parti contraenti, i quali non si convertono in diritti di natura diversa e pertanto restano assoggettati al regime prescrizionale in materia di assicurazione previsto dall'art. 2952 c.c.

Cassazione civile sez. I  14 gennaio 1981 n. 325  

Lo scioglimento del contratto di assicurazione per la responsabilità civile in conseguenza della liquidazione coatta amministrativa della impresa assicuratrice (art. 1902 c.c. e art. 83 d.P.R. 13 febbraio 1959 n. 449) non incide sui diritti e sugli obblighi che in precedenza siano sorti in capo alle parti contraenti, i quali non si convertono in diritti di natura diversa e pertanto restano assoggettati al regime prescrizionale in materia di assicurazione previsto dall'art. 2952 c.c.

Cassazione civile sez. I  14 gennaio 1981 n. 325



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti