codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 1981 codice civile: Spese

I creditori che hanno concluso il contratto o vi hanno aderito (1) devono anticipare le spese necessarie per la liquidazione e hanno il diritto di prelevarne l’importo sul ricavato di essa (2).


Commento

(1) La cessione dei beni ai creditori viene ricondotta allo schema del contratto aperto all’adesione di terzi. Nella specie, poiché il contratto di cessione dura sino alla completa distribuzione delle somme ricavate, la facoltà di adesione può esercitarsi fino al momento del riparto.

 

(2) Il debitore, quindi, non è tenuto in alcun modo a prendere parte attiva allo svolgimento delle operazioni liquidatorie. Peraltro, se nessun creditore anticiperà le spese e, quindi, non si potrà in concreto dare esecuzione al contratto, il debitore potrà chiedere la risoluzione del contratto per inadempimento ex art. 1986.


Giurisprudenza annotata

Lavoro subordinato

L'impresa industriale che abbia assicurato il proprio dirigente a norma dell'art. 12 del contratto collettivo per i dirigenti industriali e non abbia trasmesso al medesimo copia della polizza, nè abbia comunicato quale sia stata la compagnia assicuratrice prescelta, ha l'obbligo di attivarsi per la liquidazione delle somme spettanti al dirigente (essendo al corrente della sussistenza dei presupposti indicati dal contratto collettivo) e di adempiere quindi agli obblighi ("rectius": oneri) derivanti dal contratto di assicurazione a norma dell'art. 1981, comma 1 c.c.; nè può valere in contrario il disposto del comma 2 del medesimo articolo, che si riferisce ai diritti e non agli oneri o agli obblighi derivanti dal contratto. L'omissione di questo comportamento dovuto origina la responsabilità ex art. 2043 c.c. dell'impresa verso il proprio dirigente, qualora tale inerzia abbia provocato la prescrizione (annuale a norma dell'art. 2952 comma 2 c.c.) dei diritti del dirigente nei confronti della compagnia assicuratrice. Il diritto al risarcimento di tale danno non deriva dal contratto di assicurazione, e non è quindi soggetto alla suddetta prescrizione annuale, bensì a quella quinquennale di cui all'art. 2947 c.c.

Pretura Monza  31 ottobre 1989



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti