codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 209 codice civile

ARTICOLO ABROGATO DALLA L. 19 MAGGIO 1975, N. 151


Giurisprudenza annotata

Prova testimoniale

Anche nell'ipotesi in cui una parte si opponga alla rinuncia dell'altra parte ai propri testimoni, il giudice del merito non è tenuto ad ammettere la prova ove ritenga, con apprezzamento incensurabile in Cassazione, che gli elementi acquisiti al processo siano sufficienti per la decisione.

Cassazione civile sez. II  01 dicembre 2010 n. 24372  

 

 

Lavoro subordinato

La valutazione delle concrete mansioni del lavoratore, ai fini del riconoscimento o meno del diritto del medesimo ad essere inquadrato nella categoria dei dirigenti (che si caratterizza, in particolare, per la preposizione, quanto meno, ad un ramo autonomo dell'azienda, con poteri d'influenzarne l'andamento, salvo il rapporto di dipendenza nei confronti del titolare dell'impresa), è riservata al giudice del merito ed è incensurabile in sede di legittimità, se sostenuta da motivazione immune da vizi e se non risultino violati, quanto all'interpretazione della disciplina collettiva di diritto comune applicabile al rapporto di lavoro, i criteri legali di ermeneutica contrattuale. (Nella specie, l'impugnata sentenza - confermata dalla S.C. - aveva riconosciuto la qualifica di dirigente al dipendente della RAI preposto, quale direttore artistico, all'orchestra e coro della sede di Torino, considerando in particolare che era stata la stessa datrice di lavoro a qualificare tale struttura come ramo particolarmente importante ed autonomo dell'attività aziendale ed a decidere che, quanto alle sedi di Torino, Milano, Roma e Napoli, ne fosse affidata la gestione a dirigenti, mentre invece non aveva rilievo il fatto che il contratto collettivo RAI non prevedesse esplicitamente la figura del direttore artistico quale dirigente e che non vi fosse stato un atto formale di investitura, dal momento che vi era stato effettivo svolgimento di compiti di ampia discrezionalità, con poteri gerarchici, inerenti alla complessità della organizzazione e travalicanti quelli puramente artistici propri del direttore di orchestra).

Cassazione civile sez. lav.  25 febbraio 1988 n. 2011

 

 

Interrogatorio

L'interrogatorio formale è, in via generale, sempre ammissibile, ma il giudice può non ammetterlo quando, in base alle risultante di causa o anche al comportamento processuale delle parti, esso si riveli defatigatorio o dilatorio.

Cassazione civile sez. III  09 maggio 1987 n. 4296  

 

 

Giurisdizione civile

La giurisdizione del giudice ordinario, nelle controversie inerenti ai rapporti di lavoro con un ente pubblico economico, quale la Società Italiana degli Autori e Editori (S.I.A.E.) non viene meno, in favore della giurisdizione di legittimità del giudice amministrativo, quando la domanda del lavoratore, formalmente alle dipendenze di un agente di ruolo della società, sia rivolta all'accertamento di un rapporto di lavoro diretto con la società medesima, con ogni conseguenza giuridica ed economica, atteso che tale pretesa non investe il generale e discrezionale potere di autorganizzazione, spettante all'ente pure in materia di strutturazione della propria attività mediante autonome agenzie, ed a fronte del quale le posizioni dell'interessato assumerebbero consistenza di meri interessi legittimi, ma si ricollega alle posizioni di diritto soggettivo derivanti dal singolo rapporto di lavoro, non suscettibili di essere degradate per effetto di atti di gestione del rapporto stesso, ancorché emessi in esecuzione di atti generali di autorganizzazione. Nè questo principio trova deroga ove la domanda stessa importi l'accertamento anche della legittimità di detti atti generali e discrezionali, quale mezzo al fine di conseguire la tutela di quei diritti, trattandosi di indagine consentita in via incidentale al giudice ordinario, ai sensi dell'art. 5 della l. 20 marzo 1865 n. 2248 all. E.

Cassazione civile sez. un.  26 novembre 1979 n. 6179  

 



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti