codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 225 codice civile: Scioglimento della comunione

[La comunione si scioglie per la morte o per la dichiarazione di assenza di uno dei coniugi, per la separazione personale e per la separazione giudiziale dei beni.]

ARTICOLO ABROGATO DALLA L. 19 MAGGIO 1975, N. 151


Giurisprudenza annotata

Esecuzione provvisoria provvedimenti giudiziali civili

Le deroghe al principio della generalizzata immediata esecutività tra le parti del giudizio di primo grado, devono considerarsi marginali ed eccezionali, e riservate alle ipotesi di espressa previsione legislativa e a quelle in cui la natura e il contenuto della decisione appaiano "ex se" confliggenti con la nozione stessa di eseguibilità nel senso proprio che la locuzione assume nel sistema processuale civile. Nel caso di specie l'appellante ha contestato il diritto dell'appellato a procedere ad esecuzione forzata sul rilievo che la sentenza del tribunale, confermata dalla Corte d'Appello, avente quale contenuto di merito la dichiarazione della falsità del protesto elevato, risultava di natura dichiarativa e quindi non poteva essere fatta valere come titolo esecutivo nemmeno nella parte avente ad oggetto la condanna al rimborso delle spese. La Corte di Appello ha respinto la domanda, affermando che il principio di provvisoria esecutività delle decisioni si applica anche alle sentenze (dichiarative) diverse da quelle di condanna.

Corte appello Genova  21 dicembre 2004

 

 

Spese giudiziali

La nozione di esecuzione postula una esigenza di adeguamento della realtà alla decisione giudiziale. La sussistenza di tale presupposto deve essere riconosciuta anche alle sentenze di condanna alle spese processuali che siano correlate a statuizioni di merito che per loro natura non esigano, o non siano suscettibili, di trovare attuazione mediante il processo esecutivo.

Corte appello Genova  21 dicembre 2004



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti