Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015

Codice civile Art. 2253 codice civile: Conferimenti

Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015



Il socio è obbligato (1) a eseguire i conferimenti determinati nel contratto sociale.

Se i conferimenti non sono determinati (2), si presume che i soci siano obbligati a conferire, in parti eguali tra loro, quanto è necessario per il conseguimento dell’oggetto sociale.

Commento

Conferimento: [v. 2247].

Oggetto sociale: particolare attività economica per il cui esercizio i soci hanno costituito la società e si sono obbligati ai conferimenti. Deve essere possibile, lecito e determinato.

 

(1) Si ricorda che «conferimento» non significa consegna del bene o prestazione effettiva del servizio, ma soltanto assunzione dell’obbligazione di dare o fare. Il socio che non ha ancora eseguito il conferimento, pur essendo debitore nei confronti della società, ha già la piena qualità di socio con i diritti e gli obblighi che ne derivano.

 

(2) In caso di mancata determinazione si presume che il conferimento debba essere fatto in denaro [v. 23421] e che appunto i soci siano obbligati a conferire in parti uguali [v. 22532]. Si noti che nelle società di capitali il conferimento deve essere sempre determinato nell’atto costitutivo.



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK