codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 2255 codice civile: Conferimento di crediti

Il socio che ha conferito un credito risponde della insolvenza del debitore, nei limiti indicati dall’art. 1267 per il caso di assunzione convenzionale della garanzia (1).


Commento

Insolvenza: [v. 2221].

Conferimento di credito: si ha quando il socio mette a disposizione della società un diritto di credito che egli ha nei confronti di un terzo. In seguito al (—), la società diventa cessionaria del credito.

 

(1) Ossia, il socio garantisce alla società sia l’esistenza del credito sia la solvenza del debitore (cioè che il debitore effettivamente è in grado di adempiere la prestazione).

 


Giurisprudenza annotata

Società

Il socio non può estinguere il debito sorto a suo carico per effetto della sottoscrizione di un aumento di capitale mediante compensazione con un proprio credito nei confronti della società derivante da un precedente finanziamento (nella specie, la deliberazione di aumento aveva stabilito che il capitale dovesse essere sottoscritto esclusivamente mediante versamento di denaro in contante”).

Tribunale Genova  14 giugno 2005

 

È illegittima e non può essere omologata la deliberazione di aumento del capitale sociale eseguita mediante compensazione quando il credito del socio sia stato appositamente precostituito in modo tale da aggirare la disciplina cogente in tema di conferimenti di beni in natura e di crediti.

Tribunale Monza  10 giugno 1997



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti