codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 2333 codice civile: Programma e sottoscrizione delle azioni

La società può essere costituita anche per mezzo di pubblica sottoscrizione sulla base di un programma che ne indichi l’oggetto e il capitale, le principali disposizioni dell’atto costitutivo e dello statuto, l’eventuale partecipazione che i promotori si riservano agli utili e il termine entro il quale deve essere stipulato l’atto costitutivo.

Il programma con le firme autenticate dei promotori, prima di essere reso pubblico, deve essere depositato presso un notaio.

 

Le sottoscrizioni delle azioni devono risultare da atto pubblico o da scrittura privata autenticata. L’atto deve indicare il cognome e il nome o la denominazione, il domicilio o la sede del sottoscrittore, il numero delle azioni sottoscritte e la data della sottoscrizione (1).


Commento

Oggetto (sociale): [v. 2253]; Capitale (sociale): [v. 2327]; Atto costitutivo: [v. 2295]; Statuto: [v. 2328].

Pubblica sottoscrizione: collocamento delle azioni presso il pubblico sulla base di un programma.

Promotore: colui che nella costituzione di una s.p.a. per pubblica sottoscrizione ha firmato il programma ai sensi dell’art. 2333, comma 2.

Sottoscrizione: atto con cui un soggetto s’impegna a prestare i conferimenti relativi ad un determinato numero di azioni. Tale impegno deve risultare da atto pubblico o da scrittura privata autenticata e deve indicare le generalità del sottoscrittore, il numero delle azioni sottoscritte e la data di (—).

(1) La norma considera l’ipotesi in cui la costituzione della società per azioni avvenga attraverso il procedimento di pubblica sottoscrizione, attraverso cioè una offerta al pubblico dei prodotti finanziari (si tratta di operazioni volte a vendere al pubblico le azioni della società da costituire).

La costituzione mediante pubblica sottoscrizione consiste in un procedimento complesso che si compone di fasi diverse: a) i promotori hanno il compito di redigere un programma dal quale devono risultare gli elementi che caratterizzano la società (es.: attività sociale, capitale della società); tale programma deve essere sottoscritto dai promotori, autenticato e depositato presso un notaio; b) l’ulteriore fase consiste nell’individuare i soggetti che acquistano le azioni sociali.


Giurisprudenza annotata

Costituzione per pubblica sottoscrizione

La società di capitali nella fase anteriore alla iscrizione nel registro delle imprese, pur non avendo ancora acquistato personalità giuridica, è soggetto giuridico, allo stato costituente un centro di imputazione giuridica, distinto, in caso di costituzione per pubblica sottoscrizione, dai promotori.

Tribunale Fermo  26 gennaio 2006

 

Qualora fra i promotori di una società per azioni ed il sottoscrittore di una quota di capitale di essa intervenga un accordo, con il quale quest'ultimo si impegni ad eseguire determinate opere in favore della società medesima con compenso di portarsi in detrazione il debito derivante dalla sottoscrizione delle azioni, la mancata approvazione di tale accordo da parte dell'assemblea dei sottoscrittori comporta la caducazione anche del suddetto debito del sottoscrittore, ove risulti che l'accordo medesimo configuri l'accettazione di un conferimento in natura, mediante le opere da eseguire e costituisca pertanto, non un autonomo e distinto negozio, ma un atto del complessivo procedimento di costituzione della società.

Cassazione civile sez. II  21 giugno 1985 n. 3718  

 

 

Falsità

In tema di falsità ideologica, non possono ricomprendersi nel concetto di "fatti non rispondenti al vero", gli enunciati volitivi, dal momento che l'alternativa vero - falso richiede termini di raffronto di tipo storico - descrittivo, e non a contenuto dispositivo o dichiarativo di intenti, con la conseguenza che, mentre è ravvisabile il falso ideologico nell'indicazione di adesioni, nel programma di cui all'art. 2333 c.c.., di esponenti di spicco del mondo finanziario non rispondenti al vero per stimolare le sottoscrizioni, non è invece ravvisabile alcun illecito penale nella costituzione di una società di capitali mediante il ricorso a prestanome per occultare l'effettiva presenza di persone di dubbia fama o dai precedenti inquietanti, essendo tale attività inquadrabile nella nozione civilistica di simulazione relativa per interposizione fittizia di persona, priva di rilevanza penale.

Tribunale Pescara  19 marzo 2002



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti