codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 2447-bis codice civile: Patrimoni destinati ad uno specifico affare

 

La società può (1):

a) costituire uno o più patrimoni ciascuno dei quali destinato in via esclusiva ad uno specifico affare (2);

b) convenire che nel contratto relativo al finanziamento di uno specifico affare al rimborso totale o parziale del finanziamento medesimo siano destinati i proventi dell’affare stesso, o parte di essi (3).

 

Salvo quanto disposto in leggi speciali, i patrimoni destinati ai sensi della lettera a) del primo comma non possono essere costituiti per un valore complessivamente superiore al dieci per cento del patrimonio netto della società e non possono comunque essere costituiti per l’esercizio di affari attinenti ad attività riservate in base alle leggi speciali (4).


Commento

Società (per azioni): [v. Libro V, Titolo V, Capo V]; Patrimonio netto: [v. 2424].

Patrimoni destinati ad uno specifico affare: si ha (—) quando la società isola una parte del proprio patrimonio, separandola dal restante patrimonio sociale e destinandolo alla realizzazione di uno specifico affare.

 

(1) Le modalità attraverso le quali può costituirsi un patrimonio destinato sono due: la delibera costitutiva, che potrebbe leggersi come costituzione di una nuova società, col vantaggio della eliminazione dei costi di costituzione, mantenimento ed estinzione della stessa, ed è disciplinata, come vedremo, in maniera del tutto coerente con tale visione, e la stipula di un contratto avente ad oggetto un finanziamento da destinarsi, parimenti, ad uno specifico affare con i cui proventi verrà rimborsato, in tutto o in parte, il finanziamento stesso.

(2) Cd. patrimonio destinato: in questo caso, la costituzione del patrimonio destinato comporta la individuazione di beni o, comunque, di una parte del patrimonio che, per effetto della destinazione, cessa di costituire oggetto della garanzia patrimoniale generica dei creditori della società per divenire esclusivamente oggetto della garanzia patrimoniale dei creditori delle obbligazioni poste in essere per intraprendere e realizzare l’affare.

(3) Cd. finanziamento destinato: in questa ipotesi tutti o parte dei proventi dell’affare sono destinati al rimborso, totale o parziale, del finanziamento stesso.

(4) È possibile costituire contemporaneamente più patrimoni destinati con il limite che gli stessi non possono complessivamente considerati impegnare più del 10% del patrimonio netto della società. Il limite non si riferisce ai patrimoni destinati di cui alla lettera b) perché è evidente che gli stessi non impegnano il capitale sociale ma utilizzano una somma mutuata per tale scopo. Ulteriore limite, introdotto in sede di approvazione del testo definitivo della riforma, è quello per cui non possono essere costituiti patrimoni destinati all’esercizio di affari attinenti ad attività riservate in base alle leggi speciali.

 

Con l’introduzione dei patrimoni destinati si è voluto dare alle società per azioni uno strumento alternativo per il finanziamento della società.



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti