Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015

Codice civile Art. 2473-bis codice civile: Esclusione del socio

Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015



 L’atto costitutivo può prevedere specifiche ipotesi di esclusione per giusta causa del socio (1). In tal caso si applicano le disposizioni del precedente articolo, esclusa la possibilità del rimborso della partecipazione mediante riduzione del capitale sociale (2). 

Commento

Riduzione del capitale sociale: [v. 2482].

Giusta causa: qualsiasi evento che non consente la normale prosecuzione del rapporto sociale.

 

 

(1) La giusta causa di esclusione deve ravvisarsi sia nei comportamenti addebitabili al socio, come le gravi inadempienze, sia nei fatti semplicemente riferibili alla persona del socio che possano assumere una qualche rilevanza come cause impeditive della prosecuzione del rapporto sociale (interdizione, fallimento). L’atto costitutivo, al riguardo, potrebbe contenere previsioni analoghe a quelle dettate in tema di esclusione del socio nelle società di persone [v. 2286 e 2287]. Un’ipotesi di esclusione, espressamente prevista, è contenuta nell’art. 2466, c. 3.

(2) Si ritiene che anche per il procedimento di esclusione del socio l’atto costitutivo possa riprodurre il contenuto della norma dettata per le società di persone [v. 2288].



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK