codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 2504-septies codice civile: Forme di scissione

[La scissione di una societa’ si esegue mediante trasferimento dell’intero suo patrimonio a piu’ societa’, preesistenti o di nuova costituzione, e assegnazione delle loro azioni o quote ai soci della prima; la scissione di una societa’ puo’ eseguirsi altresi’ mediante trasferimento di parte del suo patrimonio a una o piu’ societa’, preesistenti o di nuova costituzione, e assegnazione delle loro azioni o quote ai soci della prima.

La partecipazione alla scissione non e’ consentita alle societa’ sottoposte a procedure concorsuali ne’ a quelle in liquidazione che abbiano iniziato la distribuzione dell’attivo.]

 

ARTICOLO NON PIU’ PREVISTO A SEGUITO DELLA SOSTITUZIONE DEL LIBRO V, TITOLO V, CAPO IX, DISPOSTA DAL D.LGS. 17 GENNAIO 2003, N. 6


Giurisprudenza annotata

Procedimento civile

Nella disciplina dettata dagli art. 2504 septies c.c. (applicabile ratione temporis), la scissione parziale di una società, consistente nel trasferimento di parte del suo patrimonio ad una o più società, preesistenti o di nuova costituzione, contro l'assegnazione delle azioni o delle quote di queste ultime ai soci della società scissa, si traduce in una fattispecie effettivamente traslativa, che comporta l'acquisizione da parte della nuova società di valori patrimoniali prima non esistenti nel suo patrimonio; detto trasferimento non determina l'estinzione della società scissa ed il subingresso di quella risultante dalla scissione nella totalità dei rapporti giuridici della prima, configurandosi invece come successione a titolo particolare nel diritto controverso, che, ove intervenga nel corso del giudizio, comporta l'applicabilità della disciplina di cui all'art. 111 c.p.c., con la conseguente facoltà del successore di spiegare intervento nel giudizio e d'impugnare la sentenza eventualmente pronunciata nei confronti del dante causa; in tal caso, il successore ha, tuttavia, l'onere di allegare la propria qualità e di offrire la prova delle circostanze che costituiscono i presupposti della sua legittimazione mediante riscontri documentali, la cui mancanza, attenendo alla regolare instaurazione del contradditorio, è rilevabile anche d'ufficio.

Cassazione civile sez. I  13 aprile 2012 n. 5874  

 

 

Fallimento

L'atto di scissione della società a sensi dell'art. 2504 septies c.c. può formare oggetto di revocatoria fallimentare ex art. 67 l. fall.

Tribunale Livorno  02 settembre 2003

 

 

Lavoro subordinato

Anche nel caso di scissione, totale o parziale, di società, ex art. 2504 septies ss. c.c. può configurarsi trasferimento d'azienda ex art. 2112 c.c., ove si accerti, con riferimento alle modalità specifiche con cui si è svolta l'operazione di scissione, che il complesso organizzato dei beni dell'impresa, nella sua entità obiettiva, sia passato, in tutto o in parte, ad un diverso titolare.

Cassazione civile sez. lav.  06 ottobre 1998 n. 9897  

 

Anche nel caso di scissione (totale o parziale) di società, prevista dagli art. 2504 septies ss., c.c. può configurarsi un trasferimento d'azienda, ex art. 2112 c.c., non sussistendo alcun ostacolo di carattere giuridico, rinvenibile nel nostro ordinamento, circa la compatibilità tra la fattispecie della scissione e quella del trasferimento dell'azienda. (Nella specie la Corte, enunciando il suesposto principio di diritto, ha confermato la decisione del giudice di merito, il quale, in presenza di una scissione parziale, aveva accertato che nella fattispecie non poteva ravvisarsi un trasferimento di azienda in quanto non si era verificata la cessione di tutto il patrimonio ma solo di singoli beni).

Cassazione civile sez. lav.  06 ottobre 1998 n. 9897  

 

Nel caso di scissione totale o parziale di società a norma degli art. 2504 septies ss. c.c., può verificarsi o meno un trasferimento di azienda dalla società soggetta a scissione alla società, o ad una delle società, cui sia trasferito il patrimonio, o una sua parte, della società scissa, e deve quindi verificarsi, con riferimento alle modalità specifiche dell'operazione e sulla base dei principi applicabili nella materia, se si sia verificato un mutamento di titolarità dell'azienda (o di suo ramo autonomo), permanendo inalterata la sua struttura organica. (Nella specie, solo una parte dei dipendenti della società oggetto di scissione parziale era stata assunta dalla diversa società di nuova costituzione destinataria di parte del patrimonio; la S.C. ha confermato la sentenza impugnata, che, accertato che la società oggetto di scissione parziale aveva continuato ad espletare - sia pure in diversa località e ad un livello ridotto - la sua attività avvalendosi della relativa organizzazione, aveva rigettato la domanda dei dipendenti non transitati alle dipendenze della nuova società di riconoscimento del loro diritto al passaggio alle dipendenze della medesima società a norma dell'art. 2112 c.c.).

Cassazione civile sez. lav.  06 ottobre 1998 n. 9897



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti