Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015

Codice civile Art. 2669 codice civile: Trascrizione anteriore al pagamento dell’imposta di registro

Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015



La trascrizione può essere domandata, quantunque non sia stata ancora pagata l’imposta di registro a cui è soggetto il titolo, se si tratta di atto pubblico ricevuto nello Stato o di sentenza pronunziata da un’autorità giudiziaria dello Stato (1).

Commento

Trascrizione: [v. Libro VI, Titolo I]; Atto pubblico: [v. 2699].

 

(1) Normalmente il titolo in base al quale si opera la trascrizione deve essere preventivamente registrato; però il conservatore [2658], pur in assenza della preventiva registrazione, non può rifiutarsi di trascrivere l’atto, ove quest’ultimo sia riconducibile ad una delle due categorie indicate dalla norma.

 

 

 

Giurisprudenza annotata

Trascrizioni

In base all'art. 2669 c.c. la trascrizione anteriore al pagamento dell'imposta di registro è ammessa solo per l'atto pubblico e per la sentenza, non anche per la scrittura privata autenticata, ancorché depositata agli atti del notaio. Infatti il verbale di deposito, quantunque atto pubblico, non riveste la forma negoziale, che è il requisito richiesto per la trascrizione.

Corte appello Firenze  18 novembre 1987

 

La letterale formulazione dell'art. 2669 c.c. non consente di includere la scrittura privata nel regime di trascrivibilità ivi dettato espressamente per gli atti pubblici e le sentenze. La dizione di atto pubblico non può ricomprendere le scritture private, sia pure autenticate.

Tribunale Firenze  08 luglio 1987

 



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK