codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 2747 codice civile: Efficacia del privilegio

Il privilegio generale non può esercitarsi in pregiudizio dei diritti spettanti ai terzi sui mobili che ne formano oggetto, salvo quanto è disposto dagli articoli 2913, 2914, 2915 e 2916 (1).

Se la legge non dispone diversamente, il privilegio speciale sui mobili (2), sempre che sussista la particolare situazione alla quale è subordinato (3), può esercitarsi in pregiudizio dei diritti acquistati dai terzi posteriormente al sorgere di esso.


Commento

Efficacia: idoneità di un atto o fatto a produrre conseguenze giuridicamente rilevanti. Quanto agli atti, tali conseguenze possono essere stabilite dalla legge (atto giuridico in senso stretto) ovvero prodursi in conformità alle pattuizioni intercorse tra le parti (negozio giuridico).

 

(1) Gli articoli richiamati dalla seconda parte del comma 1 sono quelli dettati in tema di pignoramento: la norma, in sostanza, condiziona gli effetti del privilegio generale all’esecuzione del pignoramento, con la conseguenza che prima di quest’ultimo i creditori assistiti da privilegio generale ricevono un trattamento analogo a quello riservato ai creditori chirografari (ossia non assistiti da alcuna causa di prelazione).

 

(2) I privilegi speciali hanno cioè un diritto di seguito e possono essere fatti valere sui diritti acquistati dai terzi posteriormente al loro sorgere.

 

(3) L’inciso «particolare situazione» si riferisce a quelle ipotesi nelle quali la stessa esistenza del privilegio speciale mobiliare è condizionata alla circostanza che la cosa si trovi in un determinato luogo ovvero in un particolare rapporto con la persona del creditore (cd. privilegio possessuale).

 

La norma è tesa a determinare l’ambito di operatività della causa di prelazione. Si vuole evitare che tutti i beni mobili appartenenti al debitore possano, divenendo oggetto di privilegi, essere sottratti ai normali scambi con i terzi.

 



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti