codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 2751 codice civile: Crediti per spese funebri, d’infermità, alimenti

Hanno privilegio generale sui mobili, nell’ordine che segue, i crediti riguardanti:

1) le spese funebri necessarie secondo gli usi (1);

2) le spese d’infermità fatte negli ultimi sei mesi della vita del debitore (2);

3) le somministrazioni di vitto, vesti e alloggio, nei limiti della stretta necessità (3), fatte al debitore per lui e per la sua famiglia negli ultimi sei mesi ;

 4) i crediti di alimenti per gli ultimi tre mesi a favore delle persone alle quali gli alimenti sono dovuti per legge.


Commento

Privilegio generale: [v. 2746].

 

Credito per alimenti: diritto di un soggetto, che si trovi in uno stato di bisogno accompagnato dall’impossibilità di provvedere al proprio mantenimento, a ricevere assistenza materiale [v. 433] dalla persona a lui legata da vincoli di parentela [v. 74], adozione [v. Libro I, Titolo VIII ss.], affinità [v. 78].

 

(1) La necessità va valutata con riguardo alle condizioni economiche del defunto in relazione alla sua posizione sociale: il privilegio è qui dettato in ragione del principio di umana pietà.

 

(2) Per infermità si intende soltanto una situazione patologica: non sono, pertanto, privilegiati i crediti per le spese affrontate per il parto.

 

(3) Come per le spese di cui al n. 1, anche qui la necessità va valutata con riferimento alle condizioni sociali delle persone alle quali sono state effettuate le somministrazioni.



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti