Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015

Codice civile Art. 2793 codice civile: Sequestro della cosa

Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015



Se il creditore abusa (1) della cosa data in pegno, il costituente può domandarne il sequestro (2).

Commento

Creditore pignoratizio: [v. 2748]; Costituente: [v. 2789].

 

Sequestro: istituto del processo civile avente lo scopo di garantire la conservazione e l’indisponibilità di determinati beni o cose per il periodo necessario alla soluzione della controversia o al conseguimento del diritto dell’attore. Si distingue il (—) conservativo [v. 2905] da quello giudiziario [v. 1997].

 

Abuso: è tale ogni atto di esercizio del diritto che sia contrario alla legge.

 

(1) Il creditore pignoratizio, o il terzo, abusa del bene dato in pegno nell’ipotesi di contravvenzione al divieto di uso, o nel caso di eccesso dei limiti entro i quali l’uso è consentito, oppure nel caso di mancata custodia del bene.

 

(2) Tale sequestro non comporta l’estinzione del pegno, ma solo la sottrazione del bene al creditore pignoratizio.

 



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK