codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 2842 codice civile: Variazione del domicilio eletto

E’ in facoltà del creditore, del suo mandatario o del suo erede o avente causa di variare il domicilio eletto nell’iscrizione, sostituendone un altro nella stessa circoscrizione.

Il cambiamento deve essere annotato dal conservatore in margine o in calce all’iscrizione (1).

La dichiarazione circa il cambiamento del domicilio deve risultare da atto ricevuto o autenticato da notaio e deve rimanere depositata nell’ufficio del conservatore.


Commento

Domicilio: [v. 43]; Mandato: [v. Libro IV, Titolo III, Capo IX]; Erede: [v. 457]; Circoscrizione: [v. 2839].

 

Avente causa: soggetto acquirente di un diritto a titolo derivativo.

 

(1) La norma attiene alla possibilità del mutamento del domicilio eletto dal creditore ai sensi dell’art. 2839. Tale variazione deve essere pubblicizzata. Il domicilio deve inoltre essere sostituito con un altro nella stessa circoscrizione e il cambiamento va annotato in calce all’iscrizione.

 

L’articolo è volto ad assicurare la certezza nel caso di variazione del domicilio. Ciò affinché sia sempre reperibile il soggetto che deve ricevere la notificazione.

 



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti