codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 2850 codice civile: Formalità per la rinnovazione

Per ottenere la rinnovazione si presenta al conservatore una nota in doppio originale conforme a quella della precedente iscrizione, in cui si dichiari che s’intende rinnovare l’iscrizione originaria.

In luogo del titolo si può presentare la nota precedente (1).

Il conservatore deve osservare le disposizioni dell’art. 2840 (2).


Commento

Rinnovazione: [v. 2847]; Conservatore: [v. 2658].

 

Conforme: atto identico all’originale.

 

(1) L’articolo stabilisce le formalità necessarie al fine di compiere la rinnovazione ipotecaria. A tal fine, fondamentale è la dichiarazione relativa alla rinnovazione. La mancata indicazione da parte del creditore che si tratta di rinnovazione, infatti, comporta l’applicabilità della disciplina stabilita per la prima iscrizione ipotecaria.

 

(2) L’ultimo comma dell’articolo rinvia all’art. 2840, in relazione alla certificazione del conservatore dei registri immobiliari sulla nota di rinnovazione e la custodia del titolo presentato.

 

Le diverse modalità disposte dalla norma per la rinnovazione evidenziano che quest’ultima è un atto formale, un atto cioè per il quale la forma è richiesta a pena di nullità.



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti