codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 358 codice civile: Doveri del minore

Il minore deve rispetto e obbedienza al tutore. Egli non può abbandonare la casa o l’istituto al quale è stato destinato, senza il permesso del tutore.

Qualora se ne allontani senza permesso, il tutore ha diritto di richiamarvelo, ricorrendo, se è necessario, al giudice tutelare (1).


Commento

(1) Il giudice tutelare può anche ordinare il riaccompagnamento del minore da parte della forza pubblica.

 

La norma rispecchia il principio posto dal precedente art. 318, in relazione all’obbligo del minore di non allontanarsi dalla casa dei genitori. Pertanto, anche in questo caso, il fondamento della norma deve essere ravvisato nella necessità che l’incapace viva nel luogo determinato da chi esercita la responsabilità genitoriale, in modo tale che questi possa asssolvere concretamente agli obblighi che derivano dal suo ufficio.

 


Giurisprudenza annotata

 

Impugnazioni

Il principio di consumazione del diritto d'impugnazione, salva l'ipotesi di impugnazione nulla o inammissibile o improcedibile e sempre che in quest'ultimo caso l'inammissibilità o l'improcedibilità non siano state già dichiarate, comporta che la parte che ha proposto l'impugnazione non può successivamente introdurre nuovi e diversi motivi di censura, neppure sotto forma di impugnazione incidentale, anche se non sia ancora decorso il termine per impugnare in base agli art. 325 e 327 c.p.c..

Cassazione civile sez. III  09 luglio 1996 n. 6235



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti