codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 598 codice civile: Incapacità di chi ha scritto o ricevuto il testamento segreto

Sono nulle le disposizioni a favore della persona che ha scritto il testamento segreto, salvo che siano approvate di mano dello stesso testatore o nell’atto della consegna. Sono pure nulle le disposizioni a favore del notaio a cui il testamento segreto è stato consegnato in plico non sigillato.


Commento

Gli artt. 596, 597 e 598 sono stati dettati per tutelare nel modo più completo la libertà testamentaria. Infatti, nel caso del tutore e del protutore [v. 596], il contrasto è dato tra la funzione da essi esercitata e la loro qualità di eredi; negli altri casi il divieto si giustifica con la considerazione che si tratta di persone in grado di esercitare pressioni sul testatore, influenzandone la volontà. In ogni caso, l’incapacità a ricevere per testamento non è assoluta, in quanto i soggetti elencati possono essere chiamati in un altro testamento cui non hanno preso parte.

 


Giurisprudenza annotata

Notai

La disposizione di cui al comma 1, n. 3, dell'art. 28 della legge notarile è posta a presidio dell'imparzialità del notaio e, conseguentemente, la valutazione della sussistenza o no dell'interesse all'atto, in essa contemplato, va effettuata "ex ante" e non "ex post", e perciò in termini di mera potenzialità che l'atto possa essere rogato al fine di soddisfare un interesse del notaio o di uno dei soggetti indicati nella norma. Ne consegue che si rende del tutto irrilevante il fatto che le parti dell'atto, in concreto, non abbiano eventualmente ricevuto danno alcuno dall'atto rogato.

Cassazione civile sez. III  23 maggio 2001 n. 7028  



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti