Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015

Codice civile Art. 64 codice civile: Immissione nel possesso e inventario

Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015



Se non v’è stata immissione nel possesso temporaneo dei beni, gli aventi diritto indicati nei capoversi dell’art. 50 o i loro successori conseguono il pieno esercizio dei diritti loro spettanti, quando e’ diventata eseguibile la sentenza menzionata nell’art. 58 (1).

Coloro che prendono possesso dei beni devono fare precedere l’inventario dei beni (2).

Parimenti devono far precedere l’inventario dei beni coloro che succedono per effetto della dichiarazione di morte presunta nei casi indicati dall’art. 60.

Commento

Beni (dell’assente): [v. 50]; Inventario: [v. 52]; Dichiarazione di morte presunta: [v. 58].

 

 

(1) La sentenza che dichiara la morte presunta determina l’apertura della successione ereditaria [v. 456], coincidente con la data della presunta morte.

(2) L’obbligo della realizzazione dell’inventario prima dell’immissione nel possesso dei beni risponde ad un’esigenza di cautela per il caso in cui si accerti, dopo la dichiarazione di morte presunta, l’esistenza in vita del soggetto oppure si dimostri che il diritto a succedere spetta a soggetti diversi da quelli inizialmente determinati.

Giurisprudenza annotata

Assenza e morte presunta

La dichiarazione di morte presunta determina una vera e propria successione "mortis causa" dei presunti eredi del dichiarato morto, come si evince dalle norme dettate in ordine alla devoluzione degli elementi attivi del patrimonio di quest'ultimo ai suoi presunti eredi e legatari (art. 63, 64, 69, 73 c.c.) e dal contrapposto silenzio sulla sorte degli elementi passivi di detto patrimonio, spiegabile solo con la sottintesa applicabilità della disciplina delle successioni "mortis causa". Tale successione si apre, ai sensi degli art. 58 e 61 c.c. al momento a cui è fatta risalire la morte presunta, al quale, in base al successivo art. 459 retroagiscono gli effetti dell'accettazione dell'eredità, sebbene la delazione ereditaria abbia luogo quando diviene eseguibile la sentenza dichiarativa della morte presunta (art. ex art. 63 e 64 citati).

Cassazione civile sez. I  24 gennaio 1981 n. 536



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK