codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 685 codice civile: Effetti del ritiro del testamento segreto

Il ritiro (1) del testamento segreto, a opera del testatore, dalle mani del notaio o dell’archivista presso cui si trova depositato, non importa revocazione del testamento quando la scheda testamentaria può valere come testamento olografo.


Commento

Testamento segreto: [v. 604]; Revoca: [v. 525]; Testamento olografo: [v. 602].

 

(1) Il ritiro deve essere posto in essere volontariamente e personalmente dal testatore.

 

Qualora il testamento sia stato redatto di pugno dal testatore, esso conserva validità come testamento olografo. Qualora, invece, il testamento segreto non possa valere come testamento olografo, il ritiro equivale a revoca tacita del testamento stesso con conseguente inefficacia delle disposizioni in esso contenute.


Giurisprudenza annotata

Successione

La revoca del testamento, quando non è espressa (art. 680 c.c.), cioè manifestata con apposita dichiarazione del testatore, deve concretarsi in uno degli atti incompatibili con una precedente disposizione testamentaria, che la legge indica nel testamento posteriore (art. 682 c.c.), nella distruzione del testamento olografo (art. 684 c.c.), nel ritiro del testamento segreto olografico (art. 684 c.c.), nel ritiro del testamento segreto (art. 685 c.c.) e nell'alienazione o trasformazione della cosa legata (art. 686 c.c.). Quest'ultima forma di revoca tacita del testamento si riferisce, però, alle sole disposizioni a titolo particolare e non a quelle a titolo universale, che non sono assoggettabili a revoca con tale mezzo.

Cassazione civile sez. II  26 novembre 1987 n. 8780  

 



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti