codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 753 codice civile: Immobili gravati da rendita redimibile

Ogni coerede, quando i beni immobili dell’eredità sono gravati con ipoteca da una prestazione di rendita (1) redimibile, può chiedere che gli immobili ne siano affrancati e resi liberi prima che si proceda alla formazione delle quote ereditarie. Se uno dei coeredi si oppone, decide l’autorità giudiziaria. Se i coeredi dividono l’eredità nello stato in cui si trova, l’immobile gravato deve stimarsi con gli stessi criteri con cui si stimano gli altri beni immobili, detratto dal valore di esso il capitale corrispondente alla prestazione, secondo le norme relative al riscatto della rendita, salvo che esista un patto speciale intorno al capitale da corrispondersi per l’affrancazione.

Alla prestazione della rendita è tenuto solo l’erede, nella cui quota cade detto immobile, con l’obbligo di garantire i coeredi.


Commento

Beni immobili: [v. 812]; Ipoteca: [v. 2808].

 

Rendita redimibile: la rendita è una prestazione periodica di denaro e di altre cose fungibili; per (—) redimibile, si intende una (—) riscattabile (vedi Riscatto della rendita).

 

Riscatto della rendita: atto con il quale il soggetto obbligato ad una prestazione di rendita si libera di tale obbligazione mediante il pagamento di una somma corrispondente al valore della rendita sulla base dell’interesse legale [v. 1865].

 

(1) La norma si riferisce alla rendita perpetua semplice che deve essere garantita da ipoteca, e non alla cd. rendita perpetua fondiaria che non deve essere garantita in quanto è costituita mediante alienazione di un immobile [v. 1863].

 

 

La norma mira ad evitare che venga assegnato a taluno dei coeredi un immobile gravato da ipoteca a garanzia di una rendita.



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti