Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015

Codice civile Art. 9 codice civile: Tutela dello pseudonimo

Codice civile Aggiornato il 16 gennaio 2015



Lo pseudonimo, usato da una persona in modo che abbia acquistato l’importanza del nome, può essere tutelato ai sensi dell’art. 7  (1).

Commento

Pseudonimo: è il cd. nome d’arte (es.: Charlot), ossia l’espressione verbale utilizzata da un soggetto per farsi riconoscere in un particolare settore della sua attività (artistica, letteraria, cinematografica).

 

(1) Lo pseudonimo gode della stessa tutela del diritto al nome sempre che esso abbia acquistato l’importanza del nome: occorre, cioè, che il soggetto sia conosciuto soprattutto con lo pseudonimo. In tale ipotesi, egli potrà esercitare l’azione di usurpazione, per chiedere al giudice di far cessare l’uso illegittimo che altri faccia del suo pseudonimo, nonché l’azione di risarcimento dei danni.

 

La norma mira ad estendere la tutela anche a segni distintivi diversi dal nome: tale tutela è stata riconosciuta, ad esempio, al simbolo grafico di un’associazione politica e al soprannome che abbia efficacia individuatrice del soggetto.

Giurisprudenza annotata

Persona fisica e diritti della personalità

Ai sensi degli art. 7 e 9 c.c., la tutela inibitoria contro l'usurpazione dello pseudonimo richiede che all'uso fatto da altri consegua la possibilità di un pregiudizio economico o morale, da valutarsi con riferimento alla particolare attività cui lo pseudonimo inerisce.

(Trib. Venezia 11/2/1997)

 



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK