codice-civile
Codice civile aggiornato  al  16 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 994 codice civile: Perimento delle mandre o dei greggi

Se l’usufrutto è stabilito sopra una mandra o un gregge, l’usufruttuario è tenuto a surrogare gli animali periti, fino alla concorrente quantità dei nati, dopo che la mandra o il gregge ha cominciato ad essere mancante del numero primitivo (1).

Se la mandra o il gregge perisce interamente per causa non imputabile all’usufruttuario, questi non è obbligato verso il proprietario che a rendere conto delle pelli o del loro valore.


Commento

Mandra o gregge: insieme omogeneo di ovini, caprini, bovini ed equini. Conseguentemente, non può considerarsi (—) un allevamento di maiali, polli, api etc...

 

Surrogazione: sostituzione dei capi deceduti ed, estensivamente, anche di quelli inutilizzabili, perché invecchiati o colpiti da malattie (cd. capita inutilia), per la riproduzione.

 

Causa non imputabile: causa esterna alla sfera del debitore o, comunque, imprevedibile ed inevitabile con lo sforzo diligente richiestogli (es.: malattia improvvisa). Comporta l’esenzione da responsabilità per inadempimento.

 

(1) La sostituzione deve avvenire in modo che il numero dei capi resti sempre intatto e rispettando (per quanto possibile) l’originaria distribuzione dei sessi e la qualità dei capi deceduti (o inidonei alla riproduzione).



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti