codice-penale
Codice penale aggiornato  al  13 Feb 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 107 codice penale: Condanna per vari reati con una sola sentenza

Le disposizioni relative alla dichiarazione di abitualità o di professionalità nel reato si applicano anche se, per i vari reati, è pronunciata condanna con una sola sentenza.


Giurisprudenza annotata

Condanna per vari reati con una sola sentenza

Nel giudizio sui conti degli enti locali l'intervento in giudizio ex art. 106 e 107 c.p.c. non può avere altro contenuto - ove richiamato nella procedura contabile - che quello di una motivata prospettazione di responsabilità che l'attore pubblico deve autonomamente valutare e non può accrescere in modo anomalo i poteri sindacatori del giudice trasformandolo da arbitro imparziale a inquisitore; e, pertanto l'istituto dell'intervento in causa, e soprattutto quello dell'intervento coatto per ordine del giudice (art. 107 c.p.c.), possono trovare ingresso nel processo contabile solo ove essi tengano conto della particolare natura indisponibile del processo stesso e della obbligatorietà dell'azione pubblica di responsabilità perché da tale chiamata in causa non può esulare il carattere di "vocatio in ius" con precisa e circostanziata formulazione di addebiti di competenze del procuratore generale.

Corte Conti sez. riun.  24 luglio 1991 n. 721  

 

Rientra nel potere sindacatorio della Corte dei conti disporre l'integrazione del giudizio con altri convenuti o contestare un maggiore danno; e, pertanto, legittimamente può essere disposta (come nella specie) la chiamata in giudizio di altri convenuti ex art. 107 c.p.c. se tale potere si è formalizzato in una decisione parziale che, non esaurendo il giudizio e disponendo per il suo prosieguo, rientra senz'altro nella fase istruttoria del processo.

Corte Conti sez. riun.  24 novembre 1990 n. 689  



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti