codice-penale
Codice penale aggiornato  al  13 Feb 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 247 codice penale: Favoreggiamento bellico

Chiunque, in tempo di guerra, tiene intelligenze con lo straniero per favorire le operazioni militari del nemico a danno dello Stato italiano, o per nuocere altrimenti alle operazioni militari dello Stato italiano, ovvero commette altri fatti diretti agli stessi scopi, è punito con la reclusione non inferiore a dieci anni; e, se raggiunge l’intento, con la morte (1).

(1) La pena di morte è stata soppressa e sostituita con l’ergastolo.


Giurisprudenza annotata

Pensioni di guerra

L'art. 1 della l. 10 marzo 1955 n. 96 - che prevede la concessione di un assegno vitalizio di benemerenza in favore dei cittadini italiani perseguitati per l'attività politica svolta contro il fascismo anteriormente all'8 settembre 1943 - è inapplicabile nei confronti di chi sia stato detenuto in carcere per il reato di cui all'art. 247 c.p. (favoreggiamento bellico dello straniero nemico) ancorché il giudice penale militare abbia successivamente dichiarato non perseguibile detto reato in base all'art. 16 del trattato di pace.

Corte Conti sez. II  31 marzo 1984 n. 118772  



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti