codice-penale
Codice penale aggiornato  al  13 Feb 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 492 codice penale: Copie autentiche che tengono luogo degli originali mancanti

Agli effetti delle disposizioni precedenti, nella denominazione di “atti pubblici” e di “scritture private” sono compresi gli atti originali e le copie autentiche di essi, quando a norma di legge tengano luogo degli originali mancanti.


Giurisprudenza annotata

Copie autentiche

Hanno rilevanza penale ai sensi dell'art. 492 c.p. le condotte di falsificazione di copie che tengono luogo degli originali, qualora il relativo documento abbia l'apparenza dell'originale e sia utilizzato come tale, non presentandosi come mera riproduzione fotostatica. (Fattispecie concernente condanna per il reato di cui agli art. 477 e 482 c.p. in relazione alla contraffazione di un permesso di trasporto per invalidi). Rigetta, App. Firenze, 19/03/2009

Cassazione penale sez. V  14 aprile 2010 n. 22694  

 

Non integra gli estremi del falso materiale del privato, ai sensi dell'art. 485, comma 2, c.p., nè della falsificazione di copie che tengano luogo dell'originale, ai sensi dell'art. 492 c.p., il comportamento di chi appone un'aggiunta a matita sull'originale di un contratto, producendo poi una fotocopia informale dello stesso priva di tale alterazione.

Cassazione penale sez. V  27 febbraio 2001 n. 18283  

 

L'art. 490 c.p. sanziona la soppressione anche parziale degli atti pubblici, come tali intendendosi, ai sensi dell'art. 492 c.p., gli atti originali e le copie autentiche di essi, quando a norma di legge tengano luogo degli originali mancanti. Va perciò esclusa la punibilità come delitto contro la fede pubblica della soppressione delle copie autentiche, quando non tengano luogo degli originali mancanti.

Cassazione penale sez. V  06 marzo 1998 n. 6685  



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti