codice-penale
Codice penale aggiornato  al  13 Feb 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 704 codice penale: Armi

Agli effetti delle disposizioni precedenti, per “armi” si intendono:1) quelle indicate nel n. 1 del capoverso dell’articolo 585; 2) le bombe, qualsiasi macchina o involucro contenente materie esplodenti, e i gas asfissianti o accecanti.

 


Giurisprudenza annotata

Armi

La balestra con la rispettiva dotazione di dardi non è classificabile come arma bianca ai sensi dell'art. 585 comma 2 n. 1, 704 n. 1 c.p., e 30 n. 1 t.u. n. 773 del 1931 (con correlativa configurabilità dei reati di detenzione e porto abusivi di armi di cui agli art. 697 e 699 c.p.) in quanto non più naturalmente destinata all'offesa della persona, bensì come strumento da punta o da taglio atto ad offendere, di cui è dall'art. 4 legge n. 110 del 1975 vietato il porto fuori della propria abitazione o delle sue appartenenze senza giustificato motivo.

Cassazione penale sez. I  30 maggio 1994

 

Il porto abusivo delle armi da punta e taglio la cui destinazione naturale è l'offesa alla persona - e che rientrano nella categoria delle cosiddette armi bianche proprie, ai sensi dell'art. 704 comma 1 c.p., in relazione al n. 1 del cpv. dell'art. 585 dello stesso codice ed all'art. 30 T.u.l.p.s. e all'art. 45 del relativo Regolamento - integra il reato previsto dal comma 2 dell'art. 699 c.p. ed è punito con la sanzione originariamente ivi prevista (con l'arresto da sei mesi ad un anno), poi raddoppiata dall'art. 7 della legge n. 895 del 1967 e quindi triplicata dall'art. 14 della legge n. 497 del 1974, le cui disposizioni sono espressamente fatte salve dall'art. 40 della legge n. 110 del 1975, e non già con la più lieve sanzione prevista dal comma 3 dell'art. 4 di quest'ultima legge (arresto da un mese ad un anno ed ammenda da L. 100.000 a L. 400.000), che concerne il porto senza giustificato motivo delle cosiddette armi improprie, delle quali - rispetto alla originaria previsione contenuta nel comma 2 dell'art. 42 del T.u. predetto (e punita ai sensi dell'art. 17 dello stesso) - è stata ampliata la gamma, mediante l'inclusione anche degli altri oggetti atti ad offendere nella nuova norma elencati.

Cassazione penale sez. I  03 marzo 1986

 

Il comma 1 dell'art. 4 della l. n. 110 del 1975 disciplina le armi delle quali è vietato il porto salvo le autorizzazioni, quando consentite dalla legge, del prefetto e del questore e richiama, evidentemente, le armi improprie, ai sensi dell'art. 30 t.u.l.p.s. e 704 c.p., cioè, quelle da sparo e tutte le altre, come pugnali e simili, la cui destinazione naturale è l'offesa alla persona.

Cassazione penale sez. I  31 gennaio 1978



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti