Codice penale Aggiornato il 13 febbraio 2015

Codice penale Art. 723 codice penale: Esercizio abusivo di un giuoco non d’azzardo

Codice penale Aggiornato il 13 febbraio 2015



Chiunque, essendo autorizzato a tenere sale da giuoco o da bigliardo, tollera che vi si facciano giuochi non d’azzardo, ma tuttavia vietati dall’Autorità, è punito con l’ammenda da euro 5 a euro 103.

Nei casi preveduti dai numeri 3 e 4 dell’articolo 719, si applica l’arresto fino a tre mesi o l’ammenda da euro 51 a euro 516.

Per chi sia colto mentre prende parte al giuoco, la pena è dell’ammenda fino a euro 51.

Giurisprudenza annotata

Esercizio abusivo di un gioco non d'azzardo

Non è manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell'art. 86 r.d. 18 giugno 1931 n. 773, in relazione all'art. 723 c.p., nella parte in cui punisce più gravemente chi esercita giuochi leciti senza licenza rispetto a colui che introduce in un esercizio autorizzato giuochi vietati dall'autorità, per contrasto con l'art. 3 cost.

Pretura Tivoli  27 marzo 1985



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK