codice-proc-civile
Codice proc. civile agg.  al  28 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 188 cod. proc. civile: Attività istruttoria del giudice

Il giudice istruttore provvede all’assunzione dei mezzi di prova e, esaurita l’istruzione, rimette le parti al collegio per la decisione a norma dell’articolo seguente.


Giurisprudenza annotata

  1. Impugnabilità dei provvedimenti istruttori.

L’ordinanza istruttoria relativa all’ammissione di una prova è provvedimento tipicamente ordinatorio, con funzione strumentale e preparatoria rispetto alla futura definizione della controversia, privo come tale di qualunque efficacia decisoria e quindi insuscettibile di impugnazione davanti al giudice superiore, e tanto meno di ricorso per cassazione. Cass. 30 settembre 2008, n. 24321.

 

 

  1. Istruzione svoltasi con il rito ordinario anziché con il rito speciale.

Il rito ordinario, rispetto ai riti speciali, consente in genere di raggiungere gli stessi risultati con una più penetrante garanzia dei diritti della difesa e delle garanzie del contraddittorio. Per questo si è ritenuta la legittimità, nel giudizio volto alla dichiarazione giudiziale di paternità o maternità naturale celebratosi con il rito ordinario, dell’ammissione e dell’espletamento dei mezzi di prova ad opera, non del collegio integrato dai membri specializzati, ma del solo giudice istruttore, essendo questi chiamato a svolgere funzioni e ad esercitare poteri procedimentali propri Cass. 21 settembre 2001, n. 11935.



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti