Codice proc. civile Agg. il 28 gennaio 2015

Codice proc. civile Art. 204 cod. proc. civile: Rogatorie alle autorità estere e ai consoli italiani

Codice proc. civile Agg. il 28 gennaio 2015



Le rogatorie dei giudici italiani alle autorità estere per l’esecuzione di provvedimenti istruttori sono trasmesse per via diplomatica.

Quando la rogatoria riguarda cittadini italiani residenti all’estero, il giudice istruttore delega il console competente, che provvede a norma della legge consolare.

Per l’assunzione dei mezzi di prova e la prosecuzione del giudizio il giudice pronuncia i provvedimenti previsti negli ultimi tre commi dell’articolo precedente.

Giurisprudenza annotata

Assunzione per rogatoria del cittadino straniero o del cittadino italiano residente all’estero

In tema di rogatorie internazionali, l’audizione in qualità di teste del cittadino straniero deve ritenersi pienamente legittima - non potendo ritenersi il disposto dell’art. 204 c.p.c. limitato ai soli cittadini italiani residenti all’estero -, senza che l’assunzione di detta prova sia subordinata alla preventiva ed infruttuosa citazione dello straniero dinanzi al giudice italiano.

Cass. 28 novembre 2001, n. 15096.

 

La prova testimoniale può avere luogo mediante rogatoria internazionale nelle ipotesi previste dall'art. 204 c.p.c., e cioè per l'escussione all'estero di cittadini italiani, non anche di cittadini stranieri residenti fuori d'Italia.

Tribunale Siracusa  26 luglio 1982.

 

 



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK