codice-proc-civile
Codice proc. civile agg.  al  28 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 256 cod. proc. civile: Rifiuto di deporre e falsità della testimonianza

Se il testimone, presentandosi, rifiuta di giurare o di deporre senza giustificato motivo, o se vi è fondato sospetto che egli non abbia detto la verità o sia stato reticente, il giudice istruttore lo denuncia al pubblico ministero, al quale trasmette copia del processo verbale.


Giurisprudenza annotata

È manifestamente inammissibile, per difetto di rilevanza, la questione di legittimità costituzionale, sollevata in riferimento agli art. 3 e 97 cost., dell'art. 256 c.p.c., nella parte in cui consente al giudice istruttore di disporre l'arresto in udienza del teste sulla cui deposizione sia sorta il fondato sospetto di falsità o di reticenza. L'art. 214 delle "norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del c.p.p., approvate con il d.P.R. 28 luglio 1989 n. 271, stabilisce che "sono abrogate le disposizioni di leggi o decreti che prevedono l'arresto o la cattura da parte di organi giudiziari che non esercitano funzioni penali"; tale abrogazione ha evidentemente ad oggetto anche il censurato art. 256 ultima parte c.p.c., come emerge peraltro dai lavori preparatori del decreto legislativo recante le norme di coordinamento; le citate norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del c.p.p. sono entrate in vigore "contestualmente al c.p.p." (art. 1 comma 2 d.P.R. n. 271 del 1989), vale a dire nell'ottobre 1989, sicché la norma impugnata era già abrogata il 9 febbraio 1990, data dall'udienza istruttoria e dei provvedimenti nel corso di essa adottabili, e quindi è evidentemente inapplicabile alla fattispecie di riferimento.

Corte Costituzionale  25 luglio 1990 n. 379

 



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti