Codice proc. civile Agg. il 28 gennaio 2015

Codice proc. civile Art. 26-bis cod. proc. civile: Foro relativo all’espropriazione forzata di crediti

Codice proc. civile Agg. il 28 gennaio 2015



Quando il debitore è una delle pubbliche amministrazioni indicate dall’articolo 413, quinto comma, per l’espropriazione forzata di crediti è competente, salvo quanto disposto dalle leggi speciali, il giudice del luogo dove il terzo debitore ha la residenza, il domicilio, la dimora o la sede (1).

Fuori dei casi di cui al primo comma, per l’espropriazione forzata di crediti è competente il giudice del luogo in cui il debitore ha la residenza, il domicilio, la dimora o la sede (2).

Commento

(1) Quando il debitore è una P.A. (ad es. Regioni, Comuni, scuole, aziende del servizio sanitario nazionale) per evitare la concentrazione in pochi tribunali, con conseguente aggravio del lavoro, si dispone che la competenza segua il terzo debitore (purché non disposto diversamente da leggi speciali).

 

(2) Negli altri casi, la competenza resta radicata presso il debitore che così potrà avere l’agio di concentrare presso di sé anche più procedure, anche al fine di poter ricorrere all’istituto della riduzione del pignoramento.



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK