Codice proc. civile Agg. il 28 gennaio 2015

Codice proc. civile Art. 539 cod. proc. civile: Vendita o assegnazione degli oggetti d’oro e d’argento

Codice proc. civile Agg. il 28 gennaio 2015



Gli oggetti d’oro e d’argento non possono in nessun caso essere venduti per un prezzo inferiore al valore intrinseco (1).

Se restano invenduti, sono assegnati per tale valore ai creditori (2).

Commento

(1) Per la determinazione di tale valore è possibile ricorrere ad uno stimatore o al listino di mercato.

 

(2) Nel caso in cui i beni in oggetto restino invenduti, non è data la possibilità al giudice, così come accade nell’ipotesi prevista dall’art. 538, c. 2, di ordinare un nuovo incanto al maggiore offerente, bensì è necessario assegnare tali beni ai creditori per il loro valore intrinseco.



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK