codice-proc-civile
Codice proc. civile agg.  al  28 Gen 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 594 cod. proc. civile: Assegnazione delle rendite

Durante il corso dell’amministrazione giudiziaria, il giudice dell’esecuzione può disporre che le rendite riscosse siano assegnate ai creditori secondo le norme degli articoli 596 e seguenti (1).


Commento

Amministrazione giudiziaria: [v. 592]. Rendite: si intendono gli utili percepiti nel corso dell’amministrazione.

 

(1) L’assegnazione delle rendite, durante il corso dell’amministrazione giudiziaria, è rimessa alla discrezionalità del giudice, che provvede con ordinanza non impugnabile, attuando una sorta di distribuzione parziale anticipata. I creditori non possono sindacare con alcuno strumento di impugnazione l’opportunità della distribuzione, ma solo la lesione del proprio diritto di concorrere alla distribuzione ovvero le modalità di partecipazione alla stessa [v. 512].


Giurisprudenza annotata

Assegnazione delle rendite.

 

 

 

  1. Assegnazione delle rendite.

Sottoposto a pignoramento un immobile che era stato già dato in locazione, sopravvenuta la scadenza del contratto mentre è in corso il processo d’esecuzione e mancata la tempestiva riconsegna, il custode dell’immobile stesso è legittimato ad agire in giudizio per ottenere la condanna del conduttore al risarcimento del danno da ritardata restituzione, nonché la penale al riguardo stabilita nel contratto di locazione. Cass. 12 novembre 1999, n. 12556.



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti