Codice proc. penale Agg. il 16 aprile 2015

Codice proc. penale Art. 147 cod. proc. penale: Termine per le traduzioni scritte

Codice proc. penale Agg. il 16 aprile 2015



Sostituzione dell’interprete

1. Per la traduzione di scritture che richiedono un lavoro di lunga durata, l’autorità  procedente fissa all’interprete un termine che può essere prorogato per giusta causa una sola volta. L’interprete può essere sostituito se non presenta entro il termine la traduzione scritta.

2. L’interprete sostituito, dopo essere stato citato a comparire per discolparsi, può essere condannato dal giudice al pagamento a favore della cassa delle ammende di una somma da lire centomila a lire un milione.

Giurisprudenza annotata

Termine per le traduzioni

Ai fini del rinvio facoltativo dell'esecuzione della pena, nel caso previsto dall'art. 147, comma 1, n. 2, c.p.p. deve farsi riferimento soltanto alla oggettiva "gravità" dell'infermità fisica, la quale sia tale da dar luogo, cumulata alla ordinaria afflittività della restrizione della restrizione della libertà, ad un "trattamento contrario al senso di umanità" e ad una sostanziale elusione del diritto individuale, costituzionalmente garantito, alla tutela della salute da parte dell'ordinamento, nulla rilevando, per converso, l'eventuale compatibilità dello stato patologico con la permanenza in carcere, sotto il profilo della possibilità di apprestamento, anche in costanza dello stato di detenzione, delle opportune terapie.

Cassazione penale sez. I  29 aprile 1997 n. 3046  



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK