codice-proc-penale
Codice proc. penale agg.  al  17 Apr 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 154 cod. proc. penale: Notificazioni alla persona offesa, alla parte civile, al responsabile civile e al civilmente obbligato per la pena pecuniaria.

1. Le notificazioni alla persona offesa dal reato sono eseguite a norma dell’articolo 157 commi 1, 2, 3, 4 e 8. Se sono ignoti i luoghi ivi indicati, la notificazione e’ eseguita mediante deposito dell’atto nella cancelleria. Qualora risulti dagli atti notizia precisa del luogo di residenza o di dimora all’estero, la persona offesa e’ invitata mediante raccomandata con avviso di ricevimento a dichiarare o eleggere domicilio nel territorio dello Stato. Se nel termine di venti giorni dalla ricezione della raccomandata non viene effettuata la dichiarazione o l’elezione di domicilio ovvero se la stessa e’ insufficiente o risulta inidonea, la notificazione e’ eseguita mediante deposito dell’atto nella cancelleria.

2. La notificazione della prima citazione al responsabile civile elle forme stabilite per il processo civile.

3. Se si tratta di pubbliche amministrazioni, di persone giuridiche o di enti privi di personalità giuridica, le notificazioni sono eseguite nelle forme stabilite per il processo civile.

4. Le notificazioni alla parte civile, al responsabile civile e alla persona civilmente obbligata per la pena pecuniaria costituiti in giudizio sono eseguite presso i difensori. Il responsabile civile e la persona civilmente obbligata per la pena pecuniaria, se non sono costituiti, devono dichiarare o eleggere il proprio domicilio nel luogo in cui si procede con atto ricevuto dalla cancelleria del giudice competente. In mancanza di tale dichiarazione o elezione o se la stessa e’ insufficiente o inidonea, le notificazioni sono eseguite mediante deposito nella cancelleria.


Giurisprudenza annotata

Notificazioni

In tema di notifica alla persona offesa del reato, perché l'art. 33 disp. att. c.p.p. possa trovare applicazione è necessario che la nomina del difensore di fiducia contenga l'indicazione del domicilio dello stesso, dovendosi, in mancanza, procedere alla notifica diretta alla persona offesa, ai sensi dell'art. 154 c.p.p. (Fattispecie in cui la persona offesa si era limitata ad indicare il nominativo del proprio difensore e non il solo domicilio). Rigetta, Giud. pace Arezzo, 09/04/2011

Cassazione penale sez. III  11 giugno 2013 n. 38065  

 

La notifica di atti del procedimento penale ad una società, ancorché priva di personalità giuridica, va effettuata secondo le forme stabilite dal codice di procedura civile atteso il richiamo contenuto nel comma terzo dell'art. 154 c.p.p. e, in ipotesi di notifica indirizzata al legale rappresentante, è, di conseguenza, applicabile l'art. 140 c.p.c. che presuppone, però, che sia individuato il luogo della notifica, ma non vi sia la presenza del destinatario. (Fattispecie in cui la Corte ha escluso l'applicabilità dell'art. 140 c.p.c. in quanto non era stato possibile individuare il luogo della notifica, per essere il destinatario sconosciuto). Rigetta, Trib. lib. Arezzo, 19/06/2012

Cassazione penale sez. V  26 marzo 2013 n. 39848  



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti