Codice proc. penale Agg. il 9 aprile 2015

Codice proc. penale Art. 584 cod. proc. penale: Notificazione della impugnazione

Codice proc. penale Agg. il 9 aprile 2015



1. A cura della cancelleria del giudice che ha emesso il provvedimento impugnato, l’atto di impugnazione è comunicato al pubblico ministero presso il medesimo giudice ed è notificato alle parti private senza ritardo.

Giurisprudenza annotata

Notificazione della impugnazione

La mancata allegazione alla copia dell'atto di appello notificata alla parte civile dell'atto di nomina del difensore di fiducia non determina l'inammissibilità dell'impugnazione, dato che neppure l'omessa notificazione alle parti private dell'atto di impugnazione determina l'inammissibilità del gravame.

Cassazione penale sez. V  29 dicembre 2014 n. 3899  

 

In tema di misure cautelari reali, l'omessa notificazione alle parti private del ricorso in cassazione non determina né l'inammissibilità dell'impugnazione né la nullità del successivo grado di giudizio, potendo da detta omissione in astratto derivare soltanto la mancata decorrenza del termine per l'impugnazione incidentale della parte privata, che risulta non consentita in sede di legittimità. (Annulla senza rinvio, Gip Trib. Milano, 11/10/2013 )

Cassazione penale sez. II  30 settembre 2014 n. 44960  

 

La spedizione di cui all'art. 583 c.p.p. è un atto concettualmente diverso da quello della notificazione a mezzo posta di atti giudiziari. La "spedizione" può verificarsi sia pure a mezzo posta ed è volta a far pervenire non ad una controparte, bensì all'ufficio giudiziario (nella specie il giudice a quo) l'atto di gravame. Una conferma di ciò, del resto, la si può trarre dal fatto che la "notificazione della impugnazione", disciplinata dal successivo art. 584 c.p.p., riguarda unicamente il caso in cui l'atto di impugnazione, una volta pervenuto presso il giudice della sentenza impugnata, viene, appunto, notificato alle parti private senza ritardo, da ciò derivando come la distinzione tra "spedizione" della impugnazione e "notificazione" della impugnazione sia ben presente anche allo stesso legislatore.

Cassazione penale sez. III  28 novembre 2013 n. 2886  

 

L'inosservanza dell'obbligo di notificare alle parti private l'impugnazione del p.m., prescritto dall'art. 584 c.p.p., non produce l'inammissibilità della stessa impugnazione, né la nullità del processo del grado successivo, determinando esclusivamente la mancata decorrenza del termine per l'impugnazione incidentale della parte privata, ove consentita. Dichiara inammissibile, App. Milano, 28/11/2011

Cassazione penale sez. II  05 novembre 2013 n. 47412  

 

La norma che prevede la notifica dell'avvenuta impugnazione alle altre parti (art. 584 c.p.p.) non trova applicazione nell'ambito dei procedimenti "de libertate", dato che essa è funzionale alla facoltà di proposizione dell'appello incidentale, estraneo al sistema delle impugnazioni in materia cautelare. Annulla con rinvio, Trib. lib. Brescia, 23/06/2009

Cassazione penale sez. un.  28 ottobre 2010 n. 1235  

 

In tema di notificazione dell'impugnazione, l'art. 584 c.p.p. è predisposto al fine di garantire alla parte che non abbia proposto impugnazione, la possibilità di avvalersi del gravame incidentale contro la pretesa di parte in contrasto con la sua posizione. Ne deriva che l'impugnazione non deve essere notificata alla parte che abbia già proposto autonoma impugnazione e, comunque, che l'impugnazione presentata dal coimputato non deve essere notificata agli altri coimputati la cui posizione non sia in contrasto. In ogni modo, l'omessa notifica dell'appello altrui non può comportare nullità od inammissibilità alcuna, ma soltanto l'obbligo, per il giudice del gravame, di trasmettere gli atti alla cancelleria del giudice "a quo" perché proceda alla notifica e solo ove non risulti che la parte abbia comunque avuto notizia dell'impugnazione.

Corte appello Perugia  06 novembre 2003

 

In tema di impugnazioni, la notifica del relativo atto alla parte privata non impugnante a cura della cancelleria, prevista dall'art. 584 c.p.p., va eseguita solo nei confronti della parte medesima e non del difensore.

Cassazione penale sez. un.  29 gennaio 2003 n. 12878  

 

Nel procedimento cautelare disciplinato dall'art. 310 c.p.p., non è ammissibile l'appello incidentale, che è previsto quale mezzo d'impugnazione delle sentenze di condanna o di proscioglimento e non in sostituzione dell'autonomo appello che l'interessato può proporre in merito allo "status" libertatis; pertanto al procedimento in esame non si applica l'art. 584 c.p.p. che prevede, tra l'altro, la notifica dell'atto d'impugnazione alle altre parti private.

Tribunale Torino  01 marzo 2000

 

L'inosservanza dell'obbligo di notificare alle parti private l'impugnazione del p.m., prescritto dall'art. 584 c.p.p., non produce l'inammissibilità della stessa impugnazione (non essendo prevista tra i casi di cui all'art. 591 c.p.p.), e nemmeno la nullità del processo del grado successivo (non rientrando tra le nullità di cui all'art. 178 c.p.p.). Unico effetto della violazione della norma è quello di non fare decorrere il termine di impugnazione incidentale della parte privata, ove consentita.

Cassazione penale sez. III  11 novembre 1999 n. 14443  

 

L'obbligo della cancelleria di notificare senza ritardo l'atto di impugnazione del p.m. alle parti private a norma dell'art. 584 c.p.p. va inteso nel senso che le parti private, alle quali compete di ricevere la notificazione, sono soltanto esse, e non anche i rispettivi difensori. (La S.C. ha anche chiarito che la norma, così interpretata, è anche del tutto immune da censure di incostituzionalità).

Cassazione penale sez. I  25 giugno 1999 n. 10795  



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter.
Scarica L’articolo in PDF

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK