codice-proc-penale
Codice proc. penale agg.  al  11 Mag 2015
 
L'autore
 


Leggi tutti gli articoli dell'autore

 

Art. precedente Art. successivo
 

Art. 692 cod. proc. penale: Spese della custodia cautelare

1. Quando l’imputato è condannato a pena detentiva per il reato per il quale fu sottoposto a custodia cautelare, sono poste a suo carico le spese per il mantenimento durante il periodo di custodia.

2. Se la custodia cautelare supera la durata della pena, sono detratte le spese relative alla maggiore durata.

[3. All’esazione si provvede secondo le norme stabilite per le spese conseguenti alla carcerazione per l’esecuzione della condanna.] (1)

(1) Comma abrogato dall’art. 299, D.Lgs. 30 maggio 2002, n. 113.


Giurisprudenza annotata

Spese della custodia cautelare

Le spese della custodia cautelare - che devono essere distinte da quelle di mantenimento in carcere del condannato in espiazione di pena definitiva, come si evince dal combinato disposto degli art. 188, 189 n. 2 e 3, 191 c.p., 692, commi 1 e 3, c.p.p. - sono comprese tra le spese processuali il cui titolo di recupero è costituito, ai sensi dell'art. 535 c.p.p., dalla sentenza di condanna, sicché non possono essere poste a carico dell'imputato al quale sia stata applicata la pena su richiesta delle parti.

Cassazione penale sez. IV  04 dicembre 2000 n. 5404  

 

È manifestamente inammissibile, in quanto prospettata in modo perplesso, la questione di legittimità costituzionale della l. 30 luglio 1990 n. 217 (istituzione del patrocinio a spese dello Stato per i non abbienti) e del d.m. di grazia e giustizia 3 novembre 1990 n. 327 (regolamento in materia di patrocinio a spese dello Stato) in relazione agli art. 533, 535, 691, 692, 693 c.p.p. in riferimento agli art. 3 e 24 comma 3 cost.

Corte Costituzionale  23 dicembre 1994 n. 451  

 

Poiché la sentenza di patteggiamento è equiparata, salvi i benefici di cui all'art. 445 comma 1 c.p.p., ad una sentenza di condanna, sono da porre a carico dell'imputato le spese relative alla propria custodia cautelare e, nel caso di omessa previsione sul punto, è ammissibile l'incidente di esecuzione finalizzato alla correzione del dispositivo.

Ufficio Indagini preliminari Varese  23 luglio 2009

 

In tema di patteggiamento, l'imputato non deve essere condannato al pagamento delle spese processuali soltanto quando la pena detentiva applicata non supera i due anni, mentre in ogni caso devono essere poste a suo carico le spese di mantenimento in carcere conseguenti all'esecuzione della disposta custodia cautelare. Annulla in parte senza rinvio, Gip Trib. Brescia, 3 marzo 2006

Cassazione penale sez. IV  18 dicembre 2007 n. 8077  



 
Art. precedente Art. successivo
 

 
Vuoi restare aggiornato su questo argomento?
Segui la nostra redazione anche su Facebook, Google + e Twitter. Iscriviti alla newsletter

 

 

© Riproduzione riservata

 
 
Commenti